Home > COMUNICATI STAMPA > “Una mattina di giugno di cent’anni fa. A Sarajevo i primi due spari”: venerdì 27 uno spettacolo al chiostro di S. Spirito

“Una mattina di giugno di cent’anni fa. A Sarajevo i primi due spari”: venerdì 27 uno spettacolo al chiostro di S. Spirito

Tempo di lettura: 2 minuti

da: organizzatori

Venerdì 27, a Ferrara, un dialogo a due voci, ma molte altre voci, storiche e contemporanee, sono coinvolte e fatte parlare. Prendendo lo spunto dall’attentato di Sarajevo, avvenuto giusto cent’anni fa, 28 giugno 1914, il dialogo affronta temi legati alla storia e all’attualità; Parla dei due spari da cui si innescò il processo che condusse alla scoppio della Grande guerra, ma anche dell’ assedio di Sarajevo avvenuto negli anni novanta del secolo scorso. Affronta il tema del nazionalismo, sfiora gli interrogativi di fondo sul perché della guerra, prospetta la necessità della convivenza e dell’assunzione di responsabilità. Una parte integrante della serata è affidata alle immagini e alle musiche eseguite dal vivo. Un modo non celebrativo per rievocare uno dei momenti di svolta dell’intera storia europea, guardando a ieri e pensando al domani.

Testo di Piero Stefani
lettori: Magda Iazzetta e Fabio Mangolini
con la partecipazione del coro Euphonè diretto da Silvia Marcolongo, della violinista Lucilla Mariotti e del pianista Massimo Rubbi

Ferrara, chiostro di S. Spirito, Vicolo S. Spirito 11
venerdì 27 giugno 2014, ore 21,15

In caso di maltempo lo spettacolo si effettuerà alla Sala Boldini,
via Previati 18

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi