Home > COMUNICATI STAMPA > “Una notte al Museo” si ripete sabato 25 gennaio

“Una notte al Museo” si ripete sabato 25 gennaio

kaikna_dis
Tempo di lettura: 3 minuti

da: direzione museo Archeologico di Ferrara

Visto il grande successo dell’iniziativa “Una notte al Museo”, la Direzione Generale per la Valorizzazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha deciso di prorogare la kermesse anche sabato 25 gennaio 2014
Programma:
sabato 25 gennaio 2014 – Museo Archeologico Nazionale di Ferrara – aperto anche dalle 20 a mezzanotte –
Via XX Settembre 122 – info 0532 66299

alle ore 20,30
Dopo i saluti del Direttore del museo Caterina Cornelio e la presentazione dello spettacolo, introduzione dell’archeologa Paola Desantis alle tematiche dei commerci che ruotavano attorno alla città etrusca di Spina

a seguire, verso le 21,30
“Le interviste impossibili”: incontro con Vel Kaikna, ammiraglio etrusco
Testi di Giuseppe Mantovani
Interpreti: Marco Mengoli (ammiraglio Vel Kaikna) intervistato da Michele Gambetti

al termine, indicativamente a partire dalle ore 22,30
visite guidate condotte dalle archeologhe Caterina Cornelio e Paola Desantis focalizzate sulle tematiche della serata

Membro di un’importante famiglia di Felsina, Vel Kaikna era probabilmente un ammiraglio o un navarca etrusco del V sec. a.C.: lo indizia la sua stele funeraria, esposta nel Museo Civico Archeologico di Bologna, su cui si staglia una nave da guerra etrusca.
Grazie alla collaborazione con il Gruppo Archeologico Bolognese, di cui fanno parte sia l’autore dei testi Giuseppe Mantovani, che attori Marco Mengoli e Michele Gambetti, viene “messa in scena” l’intervista impossibile a Vel Kaikna che la raffigurazione funebre collega a Spina e al suo porto.
Lo spettacolo è preceduto da un excursus dell’archeologa Paola Desantis sui commerci che ruotavano attorno alla città etrusca di Spina mentre al termine dello spettacolo (indicativamente verso le 22.30) Caterina Cornelio e Paola Desantis condurranno il pubblico in una serie di visite guidate focalizzate sulle tematiche della serata.

La stele funeraria di Vel Kaikna è eccezionale sia per le dimensioni (è alta m. 2,42) che per la raffigurazione che presenta sul lato principale. Vi è infatti scolpita l’immagine di una grande nave etrusca da guerra che naviga in mare. A poppa il timoniere regge il timone, seguono due guerrieri con corazza ed una figura con mantello; dalla chiglia della nave sbucano sette remi, anche se sono solo tre i rematori di cui si vedono le teste.
Probabilmente la scena si riferisce all’attività esercitata dal defunto, di cui si conosce il nome grazie all’iscrizione incisa sull’altro lato della stele: (io sono) la tomba di Vel Kaikna. E’ stato ipotizzato che questo personaggio bolognese rivestisse la carica di comandante di una flotta etrusca sull’Adriatico, preposta alla difesa delle rotte commerciali da e per la Grecia che facevano capo al porto di Spina.
L’altro lato della stele è diviso in quattro fasce da listelli, che comprendono, in alto, il viaggio su carro del defunto nell’aldilà, e più sotto scene di solenni giochi sportivi celebrati in onore del defunto stesso, alla presenza di personaggi pubblici eminenti.
La stele, in arenaria, risale alla seconda metà del V secolo a.C. ed è stata rinvenuta nella Necropoli dei Giardini Margherita a Bologna.

Ingresso € 5,00

Per informazioni e aggiornamenti telefonare al numero 0532 66299
Consultare il sito www.archeoferrara.beniculturali.it sezione”news”
oppure www.archeobologna.beniculturali.it

Museo Archeologico Nazionale di Ferrara
Via XX Settembre 122
info 0532.66299

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi