Home > COMUNICATI STAMPA > Una riflessione di “Pluralismo e dissenso” sulla situazione greca

Una riflessione di “Pluralismo e dissenso” sulla situazione greca

Tempo di lettura: 2 minuti

da: organizzatori

Chi sono Tsipras e Varoufakis?
Su di loro si possono avere opinioni differenti e tutte legittime. Noi, ad esempio, pensiamo che stiano portando al disastro economico e sociale il popolo greco, con il quale solidarizziamo; è un vero dolore vederlo così ridotto. Ma oltre le opinioni ci sono i fatti. Eccone alcuni.
La saggezza popolare dice: dimmi con chi vai e ti dirò chi sei. E altrettanto bene si può dire: dimmi chi viene con te e ti dirò chi sei.
Tsipras ha ricevuto l’incarico da premier solo dopo avere stretto un accordo con il partito della destra nazionalista “Greci indipendenti”.
Le caratteristiche di questo partito sono un profondo conservatorismo, si batte infatti per la diffusione dei valori della Chiesa greco-ortodossa, e un altrettanto evidente nazionalismo, è contrario all’immigrazione, al multiculturalismo ed è favorevole alla messa al bando dei senzatetto che occupano case disabitate, un partito caratterizzato dall’ euroscetticismo e da un facile populismo di destra.
E chi sono, in Italia, quelli che incitano Tsipras e con lui solidarizzano? Più di tutti Salvini e Grillo, ma anche Brunetta, Meloni, Fassina e Vendola.
Poveri greci…

Pluralismo e dissenso
Mario Zamorani, Paolo Niccolò Giubelli

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi