Home > COMUNICATI STAMPA > Universit’aria-aria di cultura e università in carcere

Universit’aria-aria di cultura e università in carcere

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Organizzatori

Venerdì 6 dicembre alle 13.30 presso la Casa circondariale di Ferrara si aprirà il ciclo Universit’aria, una serie di lezioni-conferenze che per tutto l’anno accademico saranno tenute in carcere, a cadenze regolari, da docenti dell’Università di Ferrara. Con questa iniziativa, coordinata dalla Delegata del Rettore e Garante dei diritti delle persone private della libertà personale Stefania Carnevale, l’Università di Ferrara sancisce il suo impegno per diffondere cultura e conoscenze anche nel mondo della detenzione. Più di trenta professori del nostro Ateneo offriranno ai detenuti un’ora d’aria differente, dedicata alle più diverse discipline (storia, letteratura, filosofia, arte, scienza, diritto, pedagogia, sociologia e molto altro). I docenti coinvolti intendono in questo modo contribuire al recupero sociale delle persone condannate, anche se non iscritte a corsi universitari, mediante una ricca offerta culturale, che possa stimolare nell’uditorio la voglia di imparare, approfondire le tematiche affrontate o intraprendere un percorso di studi. Si tratta di una iniziativa unica per durata, numero di docenti e discipline coinvolte, che getterà un ponte di sapere fra il “dentro” e il “fuori”, in grado di portare nuove idee all’interno e all’esterno del carcere. Inaugurerà il ciclo Paolo Trovato, ordinario di Linguistica italiana, con una lezione sull’Inferno di Dante e la storia della lingua italiana.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi