COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > “Valli e Nebbie”, il territorio matildeo fra impianti idraulici e motori, domenica 31 marzo

“Valli e Nebbie”, il territorio matildeo fra impianti idraulici e motori, domenica 31 marzo

Da: Ufficio Stampa
BONDENO (FERRARA), 28-03-2019.
La trentesima edizione di “Valli e Nebbie” attraverserà nel cuore la pianura ferrarese, facendo tappa a Bondeno (domenica 31 marzo) per deliziare gli appassionati di motori d’epoca con una prova di “precisione” in piazza Garibaldi e una tappa “obbligata” a Stellata. Per rendere omaggio all’impianto delle Pilastresi, uno dei più importanti d’Europa. Il vicesindaco Simone Saletti ha tenuto a battesimo l’iniziativa, in municipio, ospitando alcuni dei protagonisti: il presidente dell’Officina Ferrarese, Riccardo Zavatti; Claudio Battaglia (ufficio comunicazione del Consorzio di Bonifica) e Lorenzo Guandalini (Più Web). «Valli e Nebbie permette di rendere tangibili i sogni che ciascuno faceva da bambino, per consentire di vedere i bolidi rombanti rimasti nell’immaginario degli appassionati e di riascoltare il rombo dei motori», ha spiegato Simone Saletti. Precisando che si tratta di un’esperienza forse unica di rivedere in strada le Bugatti, Riley, Alfa Romeo, Ford degli anni ’30. Senza dimenticare, ovviamente, marche immortali come Jaguar, Mercedes, Porsche, Maserati, fino alle più popolari Topolino, una Fiat Balilla (del ’33), le Lancia Aurelia e Flaminia. Insomma, un bel tuffo nel passato del mondo dei motori. Il quale «speriamo possa sopravvivere alle innovazioni inevitabili portate dall’elettrico», dice Saletti. Riccardo Zavatti ha voluto personalmente portare a Bondeno l’evento, contraddistinto dai due momenti (piazza Garibaldi e Stellata), perché «ci proponiamo di trovare tragitti innovativi, ogni anno, allo scopo – dice l’organizzatore – di esaltare i dettagli di un paesaggio “piatto” come quello delle nostre campagne, ma suggestivo, se si pensa ad un’opera imponente dell’ingegneria idraulica come quella delle Pilastresi». Il punto di riferimento per l’organizzazione locale dell’evento è, come in molti altri casi, il Club Vecchie Ruote del presidente Silvano Cornacchini. Un club motoristico attivo sul territorio, anche in chiave sociale. Ma i contenuti che si mescoleranno in “Valli e Nebbie” sono anche quelli delle funzioni idrauliche del territorio, delle quali parleranno i tecnici del Consrozio agli oltre 90 equipaggi (anche sette svizzeri e due austriaci) dell’evento: «Per il Consorzio di Bonifica è sempre un piacere collaborare con l’Amministrazione comunale e altri attori – dice Claudio Battaglia – per promuovere (in eventi come questo) anche il nostro ruolo e le funzioni irrigue», che sono anche di stringente attualità vista la stagione siccitosa. Le Pilastresi saranno al centro del programma di “Valli e Nebbie”, ma anche della prossima edizione della “Straburana”, in programma tra alcune settimane.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi