Home > COMUNICATI STAMPA > Venerdì 15 marzo | Viaggio nel Novecento più raro con il nuovo appuntamento de I Concerti a Palazzo Bonacossi a Ferrara

Venerdì 15 marzo | Viaggio nel Novecento più raro con il nuovo appuntamento de I Concerti a Palazzo Bonacossi a Ferrara

Shares

Da: Conservatorio Ferrara Press
Nell’ambito della quindicesima edizione della rassegna musicale dei Concerti a Palazzo Bonacossi, offerta dal Conservatorio Frescobaldi di Ferrara alla città, venerdì 15 marzo alle 18 sarà il duo formato dai docenti Claudio Conti e Annamaria Maggese a proporre un programma vario e dalle sonorità interessanti. I brani scelti, infatti, tutti del ‘900, non sono certo tra i più noti ed eseguiti per clarinetto e pianoforte. Organizzata dal Conservatorio Frescobaldi di Ferrara in collaborazione con i Musei civici di arte antica al museo di via Cisterna del Follo 5 a Ferrara, la data della rassegna è a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.
Aprirà il concerto la Sonata di Mario Castelnuovo-Tedesco, in cui zampillano elementi di musica impressionista, pucciniana, ma anche popolare, di gusto tipicamente mediterraneo. A seguire la Sonatina dell’originale compositore svizzero Arthur Honegger, composta nel 1922, ma raramente eseguita. La sua scrittura, estremamente varia, alterna momenti tenebrosi o lirici ad altri vorticosamente ritmici. Nella seconda parte del pomeriggio, verrà eseguito il capriccio valzer Le Tombeau de Ravel, composto dal direttore d’orchestra australiano Arthur Benjamin. Attraverso l’eco de Le Tombeau de Couperin in sei “numeri”, ciascuno dei quali dedicato a un amico morto nella Grande Guerra, Benjamin rende omaggio all’amato compositore francese attraverso una narrazione in cui riecheggiano sia Ma Mère l’Oye, sia Valses nobles e sentimentales (a loro volta dedicati a Franz Schubert), alternando atmosfere mefistofeliche o grottesche ad altre malinconiche e sognanti, come in una caleidoscopica comédie humaine. Il concerto terminerà con la Sonata del compositore spagnolo Salvador Brotons (1959), scritta nel 1988, di rado eseguita in Italia.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi