Home > COMUNICATI STAMPA > Venerdì 9 maggio le storiche Mura di Ferrara al centro di una giornata di studi

Venerdì 9 maggio le storiche Mura di Ferrara al centro di una giornata di studi

da: ufficio Comunicazione ed Eventi Unife

“Le mura di Ferrara a 35 anni dal progetto Mura”. E’ questo il titolo della giornata di studi che si terrà venerdì 9 maggio dalle ore 9.30 alle ore 13 al Teatro FerraraOff, (via Alfonso I D’Este, 13), e dalle ore 15 alle ore 18 nell’Aula Magna Tassinari di Palazzo Savonuzzi, (via Darsena, 57), promosso nell’ambito del Progetto di cooperazione transfrontaliera CAMAA Italia-Slovenia, di cui sono partner il Dipartimento di Economia e Management di Unife ed il Comune di Ferrara.
“Manutenzione e valorizzazione dei patrimoni rari” e “Cultura e impresa creative attorno alle antiche mura”. Sono questi i temi che verranno affrontati nel corso del doppio appuntamento che – come spiegano Gianfranco Franz e Luca Lanzoni, coordinatori e responsabili del progetto per l’Università – è indirizzato a sviluppare una riflessione sul bene monumentale rappresentato dalle Mura Estensi. A 35 anni dall’inizio di un lungo programma di riqualificazione dobbiamo essere capaci di rileggere il ruolo giocato da questo monumento sia rispetto al recente passato e quindi rispetto alla valenza nei confronti del centro storico, sia rispetto al presente e al futuro prossimo, vale a dire rispetto alle esigenze di riqualificazione e di riuso della fascia urbana fra le mura e la città contemporanea consolidata”.
“Una giornata di studi in cui mettere in evidenza che le Mura Estensi, dopo la fase eroica del loro recupero – concludono Franz e Lanzoni – sembrano essere ancora capaci di generare spinte progressive per la città, la sua società e la sua economia. Nella loro spessa eppure fragile insistenza ancora una volta le Mura offrono lo spunto e il telaio per innescare processi virtuosi di qualificazione e innovazione urbana e culturale. In assenza delle risorse che furono impiegate un trentennio addietro per dare corpo e carburante alla nuova visione di sviluppo pensata per Ferrara oggi bisogna tuttavia domandarsi con quali mezzi e quali politiche sarà possibile sostenere un processo creativo particolarmente consistente, diffuso eppure non meno fragile della cinta muraria attorno alla quale si sta sviluppando”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi