Home > COMUNICATI STAMPA > Verso Horizon Europe. Missions – quali attese Un evento nazionale dedicato alle missioni della nuova programmazione europea

Verso Horizon Europe. Missions – quali attese Un evento nazionale dedicato alle missioni della nuova programmazione europea

Da: Ufficio Stampa Comunicazione Istituzionale e Digitale

Martedì 12 marzo dalle ore 8.45 alle ore 13.30 al Teatro Nuovo di Ferrara, (piazza Trento Trieste, 52) è in programma l’evento nazionale VERSO HORIZON EUROPE. MISSIONS – QUALI ATTESE, organizzato da Università di Ferrara, APRE – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, Regione Emilia-Romagna e Aster.
 
L’evento si inserisce nell’ambito di una serie di iniziative di presentazione del prossimo Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione per il periodo 2021-2027, che con un budget di circa 100 miliardi di euro, sarà il più ambizioso programma di ricerca e innovazione di sempre.
 
“Horizon Europe è un programma che risponde a più obiettivi – afferma il Prof. Andrea Conti, Delegato alla Ricerca di Unife – Rafforzare le basi scientifiche e tecnologiche dell’UE, migliorare la capacità innovativa, la competitività e l’occupazione in Europa, conseguire gli obiettivi prioritari per i cittadini e sostenere il modello socio-economico e i valori europei. Le missioni sono la grande novità di Horizon Europe e il cuore dell’evento: con questo termine infatti si indica un insieme di attività di ricerca che mirano a conseguire un obiettivo audace e stimolante, misurabile, che abbiano impatto rilevante sui cittadini. Quali saranno le missioni? Non è ancora chiaro, perché sono in corso di definizione, per questo speriamo di dare notizie in diretta durante l’evento del 12 marzo, che vuole dare la possibilità ai ricercatori di conoscere con due anni di anticipo i meccanismi di definizione delle missioni, prepararsi ad un vocabolario nuovo, capire come funziona la nuova progettazione europea per essere più pronti alla prossima progettazione europea. La ricerca deve essere sempre più vicina ai cittadini e le missioni hanno questo compito: incidere sulla vita delle persone”.
 
L’agenda dell’evento sarà ricca di relatori importanti, oltre a personalità del mondo dell’industria e della ricerca, tra cui Renzo Tomellini, Capo Unità della Direzione Generale Ricerca e Innovazione della Commissione Europea, Fabio Donato, Rappresentanza Italiana presso la UE e Francesco Profumo, Presidente Fondazione Compagnia di San Paolo.
 
“Dalle istituzioni regionali è stata portata avanti la richiesta di aumentare i fondi per la ricerca, che sono sostanzialmente raddoppiati – spiega l’Assessore Regionale Patrizio Bianchi – Dobbiamo migliorare la ricaduta della ricerca sulla vita delle persone e sulla creazione di impresa. Con le missioni puntiamo ad affrontare le grandi tematiche, come hanno fatto la Nazioni Unite: il tema del cambiamento climatico, la salute delle persone (grazie alle scoperte scientifiche in questi anni l’attesa di vita è aumentata di 20 anni), il cambiamento dei sistemi produttivi. L’Europa deve dare una accelerata sulla ricerca. È importante la capacità di creare reti e sistemi territoriali, come stiamo facendo con le nostre Università che stanno lavorando insieme e come stiamo facendo con il Centro Meteo. Dobbiamo aumentare la capacità di giocare sulle grandi sfide, che devono toccare terra sull’interesse dei cittadini”.
 
“Questo road show nazionale che fa tappa a Ferrara ha l’obiettivo di informare la comunità scientifica italiana – commenta Marco Falzetti, Direttore APRE. È un format di eventi che abbiamo creato per affrontare al meglio e prepararci alla nuova sfida di Horizon Europe, che non è ancora del tutto definito. Lo scenario è radicalmente mutato, ora offre tante opportunità: dobbiamo iniziare a capire e coinvolgere il sistema nazionale, per contribuire a dare forma alle missioni. Tra poco inizierà lo strategic planning, per questo dobbiamo esserci ed essere preparati ad affrontare queste sfide”
 
“Da 30 anni Aster è focalizzata sui temi dell’innovazione ed è quotidianamente impegnata nel supporto a chi intende partecipare alle opportunità di finanziamento, sia ricercatori che imprese, per avere orientamento, informazione e supporto in tutte le fasi, anche grazie al presidio a Bruxelles, facendo networking con le istituzioni e con la collaborazione dei soci” – afferma Alessandra Borgatti, Responsabile Sportello APRE Emilia-Romagna.

Tra i progetti Horizon 2020 vinti nel territorio regionale, sono oltre 200 i progetti all’attivo, oltre 260 le imprese finanziate, con un volume complessivo di contributi di circa 174 milioni di euro.
 
“Questo evento fa parte di una strategia di internazionalizzazione della nostra ricerca conclude Adele Del Bello, Responsabile Ripartizione Ricerca dell’Università di Ferrara – A Unife ci vogliamo preparare per tempo, è questo il momento strategico, l’Università vuole essere attrice di questo processo, rafforzando anche la nostra presenza a Bruxelles, migliorando le reti locali come i ClustER regionali e i Cluster nazionali, i partenariati europei pubblico-privati. Stiamo lavorando per uscire da una dimensione locale per andare verso quella europea, offrendo servizi utili, formando i nostri ricercatori: ad esempio, stiamo organizzando laboratori di europrogettazione per dottorandi e giovani ricercatori. Dal 2014 abbiamo vinto 41 progetti europei per un finanziamento a Unife di quasi 8 Milioni di euro. Sono numeri importanti che vogliamo comunque sempre migliorare”.
 
L’evento aperto a tutti, è possibile registrarsi sul sito www.apre.it/eventi.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi