Home > PARTITI & DINTORNI > Vigarano: Davide Bergamini referente provinciale Lega Ferrara: “maggioranza complice del sindaco e delle sue bugie: Comune danneggiato da scelte sbagliate”

Vigarano: Davide Bergamini referente provinciale Lega Ferrara: “maggioranza complice del sindaco e delle sue bugie: Comune danneggiato da scelte sbagliate”

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Ufficio stampa Lega Provincia di Ferrara

Davide Bergamini, Referente Provinciale Lega per Salvini Premier di Ferrara e capogruppo Lega in consiglio comunale a Vigarano interviene sull’esito del consiglio comunale dello scorso
mercoledì e sul sostegno al sindaco da parte della maggioranza.

I consiglieri di maggioranza e gli assessori hanno perso un’occasione importante per mettere fine all’agonia nella quale versa il Comune di Vigarano: chi ancora una volta ha sostenuto il sindaco, nonostante ci fossero la possibilità e i motivi validi di chiudere questo pessimo mandato, si è reso complice del suo operato e dovrà nei prossimi mesi rendere conto ai cittadini delle conseguenze di questa scelta.
La situazione è grave, il Comune è stato gestito male e le difficoltà in cui Vigarano si trova sono sotto gli occhi di tutti. Se il primo mandato è stato mediocre il secondo è stato veramente pessimo e nonostante le bugie del sindaco che vuole far apparire la situazione migliore di quello che è mentre i vigaranesi sono ben consapevoli della realtà e del futuro che li aspetta.
Nonostante questo, con il loro voto favorevole consiglieri e assessori hanno dimostrato ancora una vola di condividere il percorso voluto da Barbara Paron e a questo punto vanno ritenuti responsabili delle conseguenze che questa cattiva gestione porterà nei prossimi mesi e nei prossimi anni.
Il Comune si trova con un bilancio privo di risorse con il quale faremo fatica a garantire anche i servizi essenziali e lascerà un’eredità pesantissima a chi verrà nella prossima legislatura. Ancora una volta il gruppo di maggioranza ha dimostrato di non avere autonomia nelle decisioni e di essere completamente succube del sindaco che ha imposto ai consiglieri una scelta contraria alle posizioni critiche espresse fino a qualche ora prima. Unico segnale di coerenza è arrivato dalla capogruppo del Pd che è il primo partito che dovrebbe sostenere il sindaco e che, invece, non ha presenziato al consiglio: un segnale significativo della posizione della Paron che è sola al comando, mentre il gruppo di maggioranza altro non fa che piegarsi alle sue decisioni e obbedire, nonostante la direzione presa sia completamente sbagliata.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi